Autori / Alessandro Dall'Olio

Giornalista, poeta e scrittore.

Ha pubblicato le raccolte di poesie “Non ho urla in me” (Ls Editore), "Il senso di questo stare" (Ls Editore) e il libro “Il ballerino nell’albero” (Ls Editore) scritto insieme al suo amico tetraplegico William Boselli.

E’ tra i fondatori dell’Associazione Willy the King Group, dalla quale nasce nel 2011 “Happy Hand”, l’evento che usa lo sport come mezzo di inclusione sociale, definita dal Coni “La migliore manifestazione in Italia su sport e disabilità”.

Ha allestito (e scritto versi a corredo delle immagini esposte) la mostra del fotografo Maurizio Benedettini “Viaggio tra misticismo e minoranze etniche”.

E’ tra i vincitori del concorso “Serial Chillers-25 incensurati in cerca d’autore” di racconti noir (pubblicato nell’antologia di Maglio Editore).

Ha frequentato vari corsi di lettura espressiva e ad alta voce sotto la direzione di Margaret Collina.

E’ tra i poeti selezionati dal concorso di poesia Federiciano 2012 (pubblicato nell’antologia di Aletti Editore).

Ha scritto, ideato e diretto “Quando il cuore sbaglia il ritmo”, spettacolo di danza e testi poetici (con i ballerini Francesca Scorzoni, Elisa Solieri, Lorenzo Cimarelli, Denise Battista su coreografie di Claudia Rota).

Nel 2014 ha fatto parte del comitato organizzativo del festival di letteratura “Bologna in Lettere”.

Un suo componimento è contenuto nell’antologia “Sotto il cielo di Lampedusa” (Rayuela Edizioni), prefazione di Erri De Luca.
Fa parte del Consiglio d’Amministrazione della Cooperativa dello Spettacolo di Granarolo Emilia.

E’ membro di ind.A.co Collettivo Autori Indipendenti

E’ nel comitato direttivo e organizzativo del TaG-Teatro a Granarolo.

Fa parte del consiglio direttivo e oranizzativo dell’Associazione Handmedia.

E’ ideatore e organizzatore della rassegna “Portici Poetici” a Bologna, a seguito del successo di questa manifestazione fonda il Gruppo 77 (www.gruppo77poesia.it).

Ha scritto, ideato e diretto “La geografia è un destino”, spettacolo di testimonianza e testi poetici sulle ragioni dei migranti.
Ha ideato e diretto “Poeros”, spettacolo/reading sulla sensualità nelle parole della poesia.
Ha ideato e diretto gli spettacoli/reading "Nessun orgoglio nel pregiudizio", "Le voci a voi dovute", "Piccoli dialoghi di-versi".
Ha partecipato al Cork World Book Fest 2015 (il festival mondiale di letteratura irlandese), al Festival di Poesia Virgilio di Mantova, ha allestito e diretto un reading "satellite" durante il Festivaletteratura di Mantova.

E’ ideatore e direttore artistico di "DialogArti", il primo festival di forme artistiche legate dalla poesia.

Sue poesie e suoi editoriali sono apparsi su riviste, siti Internet e varie antologie.

Organizza e idea gli eventi del Gruppo 77 per portare la poesia tra la gente, per fare uscire la forma letteraria più intima e profonda dal buio delle pagine chiuse, liberarla dalla detenzione del ristretto cortile dell’accademia letteraria, e contribuire a fare conoscere voci e arti.